Comunicazioni di servizio

Comunque, il 29 gennaio (ieri) questo pazientissimo Diario ha compiuto due anni.  Si sta facendo grande, non nel senso che sono famosa, ma anagraficamente parlando sì, sta crescendo. Anche per questo compleanno gli ho regalato una veste grafica nuova. Ho voluto qualcosa di completamente diverso, più “aperto”, perché io sono un po’ fissata e l’impaginazione di prima iniziava a starmi stretta. Volevo più luce, volevo più aria, sembra che stia parlando di un appartamento. Ma dato che – viaggione in arrivo – questo posto è un po’ la casa della mia strabordante mente, in effetti sì, sto parlando di un appartamento, che in questo caso si affaccia sul Millenium Bridge, il ponte di Londra che amo di più in assoluto. La foto l’ho scattata io, ci tenevo a mettere qualcosa di mio, anche perché sennò magari mi denunciavano (giustamente, in effetti). Ho scelto quindi qualcosa che fosse luminoso, che mi mettesse di buonumore, e che, chissà, mettesse di buon umore anche voi, anche se non siete monomaniacali quanto me; tra i vari temi mi è sembrato poi uno dei più intuitivi, come navigazione. Quando visito un blog, io sostanzialmente sguazzo piena di gioia nei cazzi altrui, e non tollero i siti dove non c’è l’archivio, perché mi piace molto apprezzare qualcuno e poi vederne le origini, come è partito tutto, come sono nate alcune cose, eccetera. Sì, in fondo a ogni articolo magari ci sono i suggerimenti per pezzi più vecchi, ma io ho un interesse cronologico nei vostri confronti, voglio ordine. Qui per trovare tutte queste cose meravigliose basta cliccare sulle tre lineette orizzontali in alto a destra.

Non starò a fare particolari promesse per questo nuovo anno insieme, tutto si mescola e rimescola, e le promesse potrebbero essere sempre rimesse in discussione, questo l’ho imparato. Però su qualcosa posso sbilanciarmi: arriveranno seconde parti di post iniziati e mai finiti (qualcuno parlava forse di serie tv? O di robba un po’ trash?), un’imperdibile guida ai selfie (che se ne è parlato solo per tutto il 2013, insomma, sono sempre sul pezzo, io!), e una sorpresa di cui non posso rivelare ancora nulla, e per sorpresa intendo qualcosa che su queste pagine non si era mai visto prima. Lo dico per aumentare un po’ l’hype che in effetti le prime due proposte non sono poi tutta ‘sta botta di vita. Tantissime care cose, io vado a preparare il borsone perché taa-dan, faccio sport.

Sì, in realtà è poi questa l’unica vera novità. Io faccio sport.

Un saluto da questo trio della morte. Rivedrete anche loro.
Un saluto da questo trio della morte. Rivedrete anche loro.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...