Life as we know it

L’anno scorso, o forse erano due anni fa, insomma, io e il tempo si sa che abbiamo divorziato da mo’, uscì al cinema quel film con Justin Timberlake e Mila Kunis (“lo sapevate che”: è eterocroma, come un’altra persona presente su questa pagina) su due amici che decidono, pensate un po’ voi, di avviare una relazione basata esclusivamente sul sesso. Benissimo, a un certo punto i due mariuoli discutono su quello che succede di solito dopo il Lieto Fine, quando i due protagonisti corrono verso il fondale di un tramonto, si giurano amore eterno, titoli di coda. Justin risponde che quella è competenza dei porno, ma io che ho sempre bisogno di costruirmi castelli su terreni non normalmente edificabili ho iniziato a scervellarmi a modo. Inutile a dirsi, non mi sono mai trovata in questa situazione, anche se ho sempre sognato una trashissima scena al rallenty dove ogni malinteso viene spiegato e il vero amore coronato. Possibilmente sotto la pioggia, sotto la neve (già due occasioni mancate questa stagione quindi!), comunque inaspettatamente. Eh vabbè.

Però oggi ho fatto un esame di quelli che assolutamente non vedi l’ora di toglierti, quelli che ci stai su dei mesi e ormai sputi sangue e inchiostro, e ogni persona di mia conoscenza era diventata estremamente partecipe. Quindi la mia vita che è una sit com [da lì il titolo che mi suonava, ma quella roba lì non l’ho mai vista] in un certo senso ha coinvolto, loro malgrado, i miei amici come una di quelle serie televisive fatte con i piedi ma che guardi per disperazione, con le voci che arrivano dopo e il microfono che spunta dall’alto. Orbene, stamattina c’è stato il finale dolceamaro, con la studentessa diligente che incassa il suo voto sudato ma si sente un groppo in gola che non riesce a spiegare – la critica lo interpreta come un chiaro sintomo di sindrome di Stoccolma, la studentessa ci mette dentro un quintale di altre vicende che proprio non c’entrano una pigna con lo studio. L’angoscia che ha tenuto il telespettatori incollati allo schermo ha raggiunto il suo culmine ed è scemata, e la domanda che si fanno è: E ADESSO? Certo, ci sarà lo speciale sui Maya a Mistero il 20 sera, ma nel frattempo non è che c’è un trailer, un promo per un’eventuale seconda stagione? Uno poi dalle boiate diventa dipendente.

diariodiunapiantagrane
c’è già il banner con il logo

Gentili ascoltatori, non succede un bel niente. Ci si annoia come ci si può annoiare solo quando si è liberi ma gli altri hanno vite più interessanti e impegni reali, e solo come quando ci si concede, per qualche minuto ogni giorno, di girare nella propria testa la perfetta scena rallenty dove tutti i malintesi vengono chiariti ecc ecc. Non hai fantasia per scrivere un romanzo, ma certe giustificazioni paradossali e improponibili ti vengono in mente come non avessi fatto altro tutta la vita. Per non parlare di quanto poco ti faccia paura il salto nel vuoto dopo il Gran Finale, anzi, hai già il soggetto per trarci un film, facciamo pure #sixseasonsandamovie, come dicono gli appassionati di quel capolavoro che è Community. Intanto per il convento però passa questo, e ti metti ad ascoltare le canzoni natalizie di Michael Bublé per entrare nel mood, e guardi la tv a metà mattina, e leggi fino a farti venire il mal di testa, e ti rimetti indosso il pigiama prima di pranzo.

C’è comunque un tuttavia: probabilmente questo è solo un mid-season finale scritto da qualche sceneggiatore licenziato da CW, e si sta discutendo con lo showrunner, quindi c’è qualche possibilità che i nuovi episodi, previsti al più tardi per gennaio 2013, portino una ventata di freschezza in questa serie ormai un po’ ammuffita. I segnali di stanchezza erano evidenti e annunciati già da settembre, ma coloro che sono ancora appassionati non devono demordere. Se per caso vi siete ciucciati le ultime tre stagioni di Gossip Girl, saprete che più sotto non si va. Da qui si migliora e basta.

Annunci

2 thoughts on “Life as we know it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...