Dove si trova la forza

In un raro momento di serietà e pesantezza mi chiedevo dove stesse di casa la forza.

Dove la si trova quando ogni passo che fai ti ritrovi davanti al solito, caro, vecchio muro, che te lo ricordavi un po’ scrostato agli angoli, e invece si ripresenta intonacato di fresco e più saldo che mai? Dove la si cerca quando hai improvvisamente la consapevolezza di quanto sia pesante il tuo cuore all’interno della cassa toracica, e riesci quasi a sentire tutti gli altri organi che si comprimono per fargli spazio, ma invece di sentirne la pienezza ti sembra di aver dentro solo dei sassi? Dove la si inventa quando la tua testa è avvolta in un torpore metifico, e vorresti solo appoggiare la testa sul cuscino e lasciare che tutto fuoriesca da quel guscio infreddolito che sei? Insomma, dico io, quando ti schiaccia la certezza del non poter davvero fare niente per girare all’indietro le lancette di un certo maledetto orologio arancione, che è pure un colore che ti fa schifo, ma quando pensi alla parola “Vita” ti viene in mente quella sfumatura lì, la stessa sfumatura del Lunedì, da quale cantina la tiri fuori la bottiglia magnum di forza?
Da qualche parte dovrà pur far capolino la spinta a ritirare su la testa, a far sentire la voce petulante, a lasciar sbocciare un sorriso un po’ più sfrontato della smorfia da maschera teatrale che ti viene su ora.

E quindi io ci pensavo, e mi chiedevo se per caso era tra le pagine di qualche libro incoraggiante, tipo “Diventa chi sei” di Emerson, o in una tazza di latte caldo corretto con il Baileys, o nelle parole confortanti di un’amica, o nel leggere qualcosa che ami alla follia, o nel liberarsi di un po’ di veleno scrivendo, o nello studio noioso, asettico ma a suo modo rassicurante del manuale di diritto tributario.

Niente, io me ne stavo lì in mezzo a queste riflessioni puramente teoriche e metafisiche, e mi sono detta che la dovevo anche piantare con questi viaggioni, non sono salutari e mi innervosiscono perché poi non ci vengo a capo. Che poi alla fine, quando vedi quello che fai ogni giorno, e come lo fai, e i sorrisi che ti fa la gente a cui vuoi bene, ti senti poi forte e bellissima anche se magari non ti viene detto sempre, e specialmente non ti viene mai detto da quelle due o tre persone da cui lo vorresti sentire in particolare, ma tu lo sei a prescindere e quindi che vadano a farsi un bagno.
L’altro giorno un signore mi ha ceduto il passo per strada –  in centro stanno rifacendo le tubature del gas, e se uno vuole raggiungere la biblioteca bisogna saltare tre volte su un gradino e sperare di materializzarsi dall’altra parte della strada – e quando l’ho ringraziato mi ha risposto: “Grazie a te di esistere”. Va bene, magari era anziano. Magari era sbronzo. Però a me ha fatto un piacere, ma un piacere. Sono quelle le cose che ti danno un pochino di forza, proprio un pochino, che si incastra sotto l’unghia, ma è lì, e nessuno te la porta via finché non sbatti di nuovo contro a quel muro tanto di tua conoscenza. E adesso magari ti fai una volta di più un bel bernoccolo violaceo, ma prima o poi chissà che la tua capoccia non diventi più dura ancora e tocchi a te questa volta fare un bello squarcio tra quegli odiosi mattoni per far filtrare, in una nuvola di calcinacci, la luce del sole.

Annunci

2 thoughts on “Dove si trova la forza

  1. La buona notizia è che la forza risiede stabile dentro te, resistente ad ogni tentativo di sfratto.
    La cattiva è che l’unico modo per stanarla è aspettare la fine della bufera, dopo aver avanzato a tentoni, quasi per inerzia, come un cammello che nella tempesta di sabbia non dimentica di fermarsi, quando il vento si fa troppo forte.
    È allora che alzi la testa e, meravigliato, ti rendi conto che attorno a te è tornato il sereno. E ti senti sopraffatto dalla consapevolezza di quella forza che è riuscita a condurti fin lì.
    :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...