Estate ventidodici: must e tendenze

Tempo d’estate, tempo di colori fluo, vestiti sottili se non inesistenti, abbronzature discutibili, futilità soprattutto. Futilità è la parola chiave di oggi, perché dopo l’ultimo mese ho bisogno di staccare il cervello, non so voi. Ho bisogno di sentirmi sciocca, serena, libera e semplice. Ho bisogno di riempire frasi di parole leggere e inutili, che volino via appena dette, un po’ come una risata. In nome dell’estrema superficialità di cui voglio condire questo post, che intendo privare completamente di qualsiasi inciampo sentimentale, o melodrammatico, o malinconico, o anche semplicemente serio e responsabile, vi illuminerò sulle tendenze di questa estate ventidodici, l’ultima estate sulla Terra a sentire un nutrito gruppo di precolombiani che purtroppo non è qui a confermarcelo, ma c’è chi gli crede sulla parola. Staremo a vedere.

Nel frattempo, prendiamo questa minaccia di apocalisse come una scusa per rendere questa estate indimenticabile, e vi avviso fin da ora – dopo lunghe ricerche condotte sul campo e grazie anche alla mia rete di conoscenze e informazioni che manco Julian Assange – che sarà davvero inenarrabile se:
1) Mangerete gelato al pompelmo rosa. Vi assicuro, il gusto dell’estate è proprio questo, mentre il cocco sarà terribilmente out – a parte quello della spiaggia.
2) Ascolterete questa canzone, il prossimo tormentone, già in circolazione da un pezzo a dirla tutta. Ha tutti gli ingredienti per fracassarvi i maroni sotto l’ombrellone: un ritornello facilissimo, un testo con una mancanza di profondità sconcertante, una base martellante che si ficca nel cervello e non ci esce manco se sbatti la testa di qua e di là. Ma dopo che l’anno scorso ci siamo sciroppati la Danza Kuduro…
3) Avrete almeno un costume da bagno fucsia leopardato. Tipo, io l’ho comperato.
4) Abbandonerete Real Time. Basta costruirvi casa con le lattine di birra, che ormai sappiamo che in Italia bisogna cambiare tutte le norme edilizie.
5) Poiché il pompelmo rosa è il gusto dell’estate, vi fornirete di ombretto rosa e di tutti gli smalti rosa possibili ed esistenti: coordinare il vostro make up al gelato sarà un’accortezza che in molti ammireranno.
6) Per contro, il colore che vi starà meglio sarà il blu elettrico. Bandito il viola. Porta sfiga, e nel ventidodici non la vogliamo.
7) Sceglierete mete alternative: lasciate Ibiza alle famigliole che ora la popolano spietate, armate di secchielli e crema solare 50 + (ahem), e volate in Islanda, dove potrete godervi anche acque termali in paesaggi mozzafiato. Se poi ascoltate questa robina qua, non ve la passerete mica male. (E già che si parla di musica: lasciate a casa il Luciano nazionale e il suo fedele antagonista “EhhhheeehSonoAncoraQua”.)
8) Berrete “Penny“: cocktail nato in sordina un paio di anni fa, sta per avere il suo ritorno di fiamma, proprio grazie al suo ingrediente principale. Indovinate un po’? Pompelmo rosa.
9) Leggerete tantissimo, come mai prima. Divorerete di tutto, da Franzen, a Cheever che la Feltrinelli sta ristampando, ai grandi classici, alle edizioni Adelphi. Reader is the new sexy. Superfluo dire che non vale per tutti gli “autori”. Tipo il sindaco di Rosello è out. E anche l’altro suo collega, quello che si chiama Fabio.
10) Comprerete le cose che vi piacciono e vi stanno bene. A meno che non siano piene di paillettes, o giallo fluo, o con quel gatto menomato chiamato Kitty.

Questo è un breve decalogo, ma in realtà le cose da dire sono infinite. Vi lancerò solo qualche altra breve chicca, da degustare come un piatto di formaggi alla fine di questa fresca cenetta di giugno:
– Serena Van der Woodsen è OUT. La sua faccia inespressiva da cavallona in calore è OUT. La sua voce strascicata da “non sono abitata a usare la bocca per parlare” è OUT. Quindi ringraziate che forse se ne va da Gossip Girl.
– “Fidanzato Ufficialmente”, “Sposato”. Se non lo siete davvero, non mettetelo. Avete un anello di Tiffany al dito? No? Allora siete solo impegnati, arrendetevi. “Divorziato” non scrivetelo manco se è vero. Mettete Single. Sulla piazza. Pronti a godersi di nuovo la vita.
– Sempre parlando di Facebook: basta con foto di slinguazzamenti, o peggio, scene hard intere. Va bene se qualche amico simpaticone – ma tanto eh – decide di immortalarvi in un momento romantico, ma se ve le fate da soli, beh io dopo penso che mentre eravate in intimità uno dei due ha avuto il distacco sufficiente per pensare di fare una foto da postare sul profilo. Triste, vero? A meno che non sia un nuovo metodo per combattere l’eiaculazione precoce, in questo caso lo state decisamente facendo nel modo giusto.
– Il divertimento dell’estate? Ballare scalzi sull’erba. Parlo proprio di piedi nudi, ma bisogna stare attenti a non farlo nei parchi pubblici, dove si potrebbero trovare cose poco piacevoli quali pupù di cani, siringhe di tossici, vetri di bottiglia. Fatelo in giardino, con gli amici che contano e la musica che vi piace. Molto più esclusivo di qualsiasi discoteca per quindicenni, più popolata di pr che di effettivi “clienti”.
– Basta ai pr, già che ci siamo. Notifiche su notifiche per eventi del cazzo. Anzi, se conoscete un metodo per bloccarle grazie tante.
– Se dovete scrivere qualcosa pieno di punti esclamativi non fatelo. Urlatelo piuttosto, perché esteticamente una frase che fa “!!!!!!!!!!!!!!!” è alquanto brutta. Come del resto tutti gli “ihihihi”, “uahuah”. Ma come ridete? Pauuuura.
– I foodwriter vanno tantissimo. Imparate a dire qualcosa in tema di cucina, o sarete esclusi da ogni conversazione. Ancora meglio se poi dimostrate di sapere qualcosa sul vino. Quello non passa mai di moda.

Il CD che ho messo all’inizio del post – con tutte le canzoni del mio 2010 che stasera ci metto un pizzico di vintage – è quasi giunto alla fine, e quindi è ormai ora di pubblicare. Temo di aver dimenticato centilioni di informazioni utilissime per la vostra incredibile estate 2012, ma del resto manca ancora una settimana per correggere e aggiungere: ho voluto anticipare il pezzo per dare il tempo a tutti di aggiornarsi e prepararsi. Nel frattempo, stay tuned, che la Piantagrane tornerà presto con una nuova infornata di serissime futilità.

Annunci

2 thoughts on “Estate ventidodici: must e tendenze

  1. Cara amica P,
    come sempre, ho trovato il tuo articolo adorabile! Solo alcune precisazioni:
    1) non hai detto nulla del telefilm dell’estate.. Alcuni mi hanno parlato di una serie particolarmente coinvolgente, si chiama “pretty little liars”, non so se la conosci.. Prova a darci un’occhiata e poi dicci cosa pensi:)
    2) altra tendenza dell’estate sarà lo smalto verde menta, un vero e proprio must di stagione, per essere very fashionable. Dicono.
    3) per concludere: IMPORTANTE: non tutti i gelati al pompelmo rosa possono definirsi trend estivi. Solo quelli più dolci, mi raccomando! L’acidità è meglio lasciarla ai limoni.

    ps: P, io aspetto “estate ventidodici part 2”, mi raccomando!

    1. Grazie mille per le preziose informazioni, a breve arriverà l’update con tutti gli altri “mai più senza”! La parte del pompelmo rosa poi è fondamentale: si dice che ci siano alcune gelaterie dove conviene non provarlo, chissà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...